26 Giugno 2008        
Picture 2 Picture 2 Picture 2  
 
 
     
  Una serata indimenticabile quella vissuta giovedi 26 giugno nella chiesa di Santa Lucia a Tavarnelle Val di Pesa. In una chiesa stracolma di fedeli si celebrata l'inaugurazione della Pala d'altare dedicata a"Maria,Donna della Santissima Trinità" e dipinta da Sergio Nardoni. Dopo la presentazione e il profondo commento teologico di don Franco Del Grosso, parroco della chiesa e direttore del Museo d'Arte Sacra di Tavarnelle, l'autore ha illustrato le varie fasi di lavorazione del dipinto, le tecniche e le difficoltà  incontrate. Quando il quadro sarà stato finalmente svelato, dopo alcuni istanti di sospeso silenzio, la folla è esplosa in un applauso che pareva interminabile, suscitando nell'autore profonda commozione.Il dipinto, un olio su tela di cm. 200 x 300, rappresenta la Santissima Trinità  e ne rivela una insolita interpretazione iconografica, mostrando accanto alla canonica immagine della Trinità , Padre - Figlio e Spirito Santo, anche la figura di Maria, denominata qui "Donna della S.S. Trinità". Nardoni - non nuovo all'impegno nell'Arte Sacra, basta ricordare a questo proposito  il grande dipinto del Cristo Pantocratore dell'Arcone Trionfale della Cattedrale di San Miniato o l'Annunciazione donata a Papa Benedetto XVI nello scorso mese di Giugno - attualizza qui, con grande acutezza, la pittura del Novecento e le imperiture lezioni passate mostrando cosa farà , nel divenire di un pregiato racconto pittorico, con coraggio e senza reticenze, radici che affondano in un aureo passato e appendici, invece, che toccano la contemporaneità  nei suoi miti più popolari, accreditando questa pittura come uno fra i maggiori e più severi esempi del nostro tempo  
 
     

Le foto

   
Picture 2
Il Maestro Nardoni mentre dipinge il
volto della Madonna
Picture 2
Inaugurazione dell'opera
 
 

La stampa

Picture 2 Picture 2 Picture 2