La bibliografia di Nardoni comincia ad essere rilevante, si contano infatti pił di 25 edizioni monografiche oltre ad almeno 200 tra pubblicazioni su quotidiani, riviste e cataloghi non monografici. In questa pagina una selezione di opere  tratta da questi volumi narra l'evoluzione iconografica del Maestro dagli esordi fino alle opere pił recenti.

Il tempo e' un fiume, e i miei quadri sono barche leggere, che un giorno, spero, giungano al mare
 

 

A mio padre

Fra i contorni straripante di luce fluiti da questo silenzio ondulato, intontito schiudo le mie palpebre dondolando su queste spalle sicure che mi consentono di vedere al di la' del solito orizzonte paesi che fluttuano lontano, sotto la volta appannata di cielo, intorno alle parole alate che solleticano  le mie carni di bimbo. Ora, improvvisamente, sono sceso da quelle spalle e perplesso apro i miei occhi, accorgendomi di aver camminato a lungo guidato da una antica aurora.

 

 

 Sono ormai lontano da quel tempo e qui', fra le sinuose colline riposo, prima di continuare il viaggio; si, e' solo un attimo sospeso nell infinito, mentre un canto che vibra lontano scivola nei miei occhi che contemplano il lieve impasto cromatico di queste tele. E qui', racchiuso in minuti rettangoli mi ritrovo nei panni di un Arlecchino che assorto e contemplativo mi guarda e intreccia i suoi sguardi con i miei. E cosi' mi domando: chi sono io? Arlecchino o spettatore? 
Antonio Nardoni

 

           

Picture 2

Picture 2

Picture 2

Picture 2

Picture 2

 
           

 

 

 

 

 Picture 2